ES_logo

Guida pratica: Datum Reference Frame con Datum feature inclinato

Abbiamo già discusso di cos’è e di come si costruisce il Datum Reference Frame (DRF). Il caso in esame presentava un componente semplice con tre superficie nominalmente ortogonali tra loro. Abbiamo visto come vincolare la parte creando un sistema di riferimento associato alle datum features.

Complichiamo ora la creazione del datum reference frame stesso, considerando una delle datum feature inclinata rispetto alle altre due datum features.

Continua a leggere

Argomenti: Gestione delle tolleranze

L'importanza del calcolo dei parametri RLGC nella caratterizzazione delle schede PCB

Le necessità di avere sistemi elettronici più compatti, leggeri e di ridotte dimensioni, meno sensibili alle incertezze dovute alla realizzazione e di più facile industrializzazione, ha spinto da sempre verso la progettazione in tecnologia stampata (PCB – Printed Circuit Board). Questa tendenza ha recentemente investito anche l’elettronica di potenza, andando ad eliminare gli elementi di connessione, quali cavi e connettori, tra i vari componenti di commutazione, alimentazione, controllo e filtraggio.

Continua a leggere

Argomenti: Simulazione, PCB

Guida pratica: Datum reference frame (DRF)

Quando si parla di tolleranze geometriche è inevitabile dover definire il sistema di riferimento (DRF – Datum Reference Frame) rispetto al quale esse sono espresse. Una specifica geometrica completa e coerente passa attraverso alcune semplici regole nella definizione dei riferimenti, vediamo quali in questo articolo.

Continua a leggere

Argomenti: Gestione delle tolleranze

Interpretare rapidamente i cambiamenti per vincere la concorrenza

Stiamo vivendo un momento storico di grandi cambiamenti. Infatti siamo nel bel mezzo della quarta rivoluzione industriale: quella digitale. In questo contesto, qualsiasi prodotto, funzionalità o servizio, evolve tecnologicamente in modo esponenziale e in tempi brevissimi.

Nel 2007 sono accaduti molti fatti, indotti da veri e propri salti tecnologici, che hanno decretato una svolta nell’umanità. Alcuni tra i principali eventi accaduti: gli utenti Internet superano la soglia del miliardo a livello mondiale, Apple lancia l’iPhone rivoluzionando il mondo del mobile, Google rilascia la piattaforma Android, Hadoop democratizza l’accesso ai Big Data tramite la piattaforma Open Source Apache, compaiono i primi Computer Cognitivi e le applicazioni di Intelligenza Artificiale (IBM Watson), esplode il fenomeno dei Social Media e si è ridotto radicalmente il costo per determinare la sequenza del DNA. Tutto questo è accaduto nell’arco di pochi mesi. E oggi?

Continua a leggere

Argomenti: Simulazione

La simulazione real time al tempo della topology optimization

Progettare un oggetto significa anche ragionare bene su come fare a realizzarlo, da quando la progettazione è supportata dalla tecnologia CAD questo legame è diventato ancora più forte. Viene naturale, infatti, associare ad una tecnologia di produzione sottrattiva la sua rispettiva operazione booleana, lo stesso discorso vale per le tecniche di forgiatura, di colata, stampaggio a iniezione.

Nel corso degli ultimi anni la gamma delle tecnologie produttive si è ampliata notevolmente e continua a migliorarsi di giorno in giorno. Per restare davvero al passo con la nuova industria occorre innovarsi altrettanto velocemente, quindi è necessario progettare secondo nuove regole.

Le regole e gli strumenti di cui c’è bisogno oggi devono di rispecchiare le possibilità aperte dalle nuove tecnologie. Esempio quasi ovvio è quello della stampa 3d, che ha rivoluzionato il mondo della prototipazione quanto quello della produzione su larga scala.

Tuttavia non è sufficiente un nuovo macchinario, per innovare, occorre adeguare l’intero processo di progettazione e un passo avanti in questa direzione è dato dall’ottimizzazione topologica. Scopriamo come in questo articolo.

Continua a leggere

Argomenti: Simulazione in tempo reale, FEM

L'importanza dell'analisi dell'NVH nello sviluppo di trasmissioni meccaniche

NVH è l’acronimo di Noise Vibration Harshness, la cui traduzione letterale è: “ruvidezza” di rumore e vibrazioni. Vista la sua natura, spesso soggettiva, in cui valgono sia gli aspetti fisiologici che psicologici dell’ascolto, la disciplina che studia questa percezione umana viene definita psicoacustica. La misurazione dell’NVH sul macchinario in funzionamento richiede l’utilizzo di strumenti particolari che simulano la sensibilità dell’orecchio umano per valutarne la dimensione.

E’ la stessa evoluzione dei macchinari di trasmissione o generazione di potenza a richiedere, oggi, una conoscenza approfondita degli effetti delle vibrazioni e del rumore sul fisico umano. Negli anni sono stati fatti molti sforzi per ridurre queste tipologie di emissioni e spesso la soluzione è stata quella di confinare questi macchinari tramite opportuni cofani usati per l’abbattimento della rumorosità. Questa soluzione tuttavia è limitata al solo isolamento del motore tralasciando il riduttore di velocità e gli altri organi della trasmissione che si sono trovati a loro volta al centro delle varie attività di abbattimento dell’energia vibratoria emessa o trasmessa.

In questo articolo scopriamo come le nuove tecnologie digitali possono supportare l'analisi NVH e quindi lo sviluppo di trasmissioni meccaniche.

Continua a leggere

Argomenti: Trasmissioni

Iscriviti alla newsletter di EnginSoft per ricevere le ultime novità sulle soluzioni software di simulazione

Articoli più letti

Real time simulation