ES_logo

Consigli per lo sviluppo di prodotti performanti e affidabili

Pubblicato da Nicola Cafariello il 11 maggio 2022 | 🕓 Tempo di lettura: 4 minuti

sviluppo prodotti

Lo sviluppo di prodotti originali - così come il miglioramento di quelli esistenti - richiede un approccio all’innovazione in linea con i cambiamenti di mercato più significativi.

Oltre a raggiungere un progressivo salto di qualità, le progettazioni industriali devono garantire prestazioni, funzioni e caratteristiche inedite, basate sulle ultime conoscenze a disposizione. Essere supportati da strumenti che guidino la realizzazione di prodotti unici, sicuri e performanti è la chiave per distinguersi dalla concorrenza, massimizzando i risultati.

Paradigmi e presupposti dello sviluppo prodotti

Nel contesto industriale, la creazione di nuovi prodotti può determinarsi da processi diversi; si può parlare di innovazioni radicali quando si ha a che fare con lo sviluppo di prodotti originali, che in qualche modo prevedono una rottura con il passato. In questo caso, ci troviamo di fronte a prestazioni uniche ottenute con protocolli, configurazioni e principi avanzati.

Dall’altro lato troviamo prodotti esistenti migliorati, la cui architettura non ha subito una trasformazione radicale, ma un processo di miglioramento graduale: qui, l’obiettivo è abbandonare le logiche tradizionali per adattarsi a nuove esigenze di mercato.

New call-to-action

A prescindere dalla spinta che porta alla realizzazione di un prodotto nuovo, ciò che non cambia è il contesto culturale in cui matura la necessità di innovazione e modernità. Il cambiamento è un driver fondamentale nel mondo industriale: per non perdere il posizionamento, le aziende devono gestire l’evoluzione con strumenti che aiutino a raggiungere ottime performance e alti livelli di affidabilità e sicurezza.

Prima di entrare nel merito della soluzione che rivoluziona l’approccio alla progettazione, è bene fare un’ulteriore considerazione: la cultura aziendale svolge un ruolo attivo nel raggiungimento del successo nell’ambito dello sviluppo prodotto. Per stare al passo con i trend, è necessario mettere in campo un orientamento all’innovazione, che ricerchi metodologie e strumenti al servizio di obiettivi mirati.

Lo sviluppo di prodotti performanti e affidabili: il ruolo della simulazione 

La simulazione digitale è applicata a molte industrie ed è accessibile anche alle piccole e medie imprese che possono raggiungere così target di business ambiziosi. L’obiettivo di questa soluzione è prevedere il comportamento di un sistema raccogliendo informazioni di progettazione preziose per condurre analisi e valutazioni.

La prototipazione virtuale permette di raggiungere il meglio in termini di affidabilità e performance, dal momento che è possibile ripetere più volte lo studio progettuale, a seconda del numero di variabili coinvolte. Si tratta di un’opportunità non praticabile con gli strumenti di indagine tradizionale, che prevedono processi di costruzione - modificazione - ricostruzione fisica ogniqualvolta si apporta un cambiamento alla progettazione.

sviluppo prodotti

                                                                     Immagine realizzata da Ansys (https://www.ansys.com)

Con la simulazione virtuale, l’affidabilità di prodotto si raggiunge attraverso analisi cosiddette what-if: a partire da condizione e scenari diversi si individuano tutti i possibili comportamenti del modello. Questo permette di esplorare qualunque ipotesi, dalla più probabile alla più remota, raggiungendo una visione completa sul sistema e, di conseguenza, una certa sicurezza rispetto allo sviluppo.

Offrendo un quadro a 360 gradi, gli strumenti di simulazione numerica accelerano l’avanzamento dei progetti di sviluppo, senza compromettere la precisione e accuratezza delle analisi. Ricordiamo che i prodotti non conformi – soprattutto dal punto di vista della sicurezza – possono rappresentare un pericolo per il cliente finale, per cui sono soggetti a ripercussioni che vanno dalla contestazione al ritiro dal mercato.

Allo stesso modo, raggiungere prestazioni ottimali con le tecniche di simulazione più avanzate riserva meno sfide di quanto si possa credere; l’analisi con strumenti digitali permette di testare modelli alternativi, optando per quello migliore dal punto di vista di materiali, funzionalità e design.

I prototipi virtuali danno vita alle idee concettuali e di progettazione più diverse, senza dover attendere i tempi tecnici di costruzione di modelli fisici; comprendere se una possibilità è realizzabile richiede così tempi e risorse ridotti, soprattutto se la simulazione digitale è integrata nelle prime fasi di sviluppo del prodotto. Possiamo concludere, quindi, che strumenti di supporto innovativi guidano i processi aiutando le aziende a raggiungere requisiti ottimali prima di passare alla realizzazione fisica.

Gli effetti degli strumenti di collaborazione sullo sviluppo prodotti

La progettazione inedita passa anche dalla collaborazione, un presupposto imprescindibile per raggiungere un vantaggio competitivo nel settore di riferimento. La simulazione di modelli numerici facilita la condivisione di progetti tra team anche dislocati in diversi Paesi, dimostrandosi uno strumento di collaborazione efficace e intuitivo. Di fatto, garantire visibilità sui dettagli di sviluppo assicura l’incremento del capitale intellettuale favorendo la crescita di skill e abilità. A loro volta, questi elementi generano un circolo virtuoso di competenze, la leva strategica per avviare innovazioni radicali e incrementali.


Nell’articolo di oggi abbiamo parlato dello sviluppo prodotti e, in particolare, delle condizioni che influenzano la realizzazione di sistemi sicuri e performanti.

L’utilizzo di prototipi virtuali migliora l’approccio alla progettazione, aiutando l’azienda a raggiungere requisiti e obiettivi di business ambiziosi. Questa opzione è accessibile anche alle piccole e medie imprese, che possono incrementare la propria competitività, riducendo i costi. Vuoi saperne di più? Prenota una consulenza gratuita con uno dei nostri esperti!

New call-to-action

Argomenti: simulazione virtuale, sviluppo prodotto, design del prodotto