ES_logo

Come raggiungere l'innovazione di prodotto e di processo

Pubblicato da Nicola Cafariello il 6 aprile 2022 | 🕓 Tempo di lettura: 5 minuti

innovazione di prodotto e di processo

Puntare all’innovazione di prodotto e di processo è una condizione imprescindibile per rimanere competitivi in tutti gli ambiti industriali.

Sono diversi i fattori che incidono sulla capacità delle imprese di distinguersi nei mercati di riferimento, attraverso progetti innovativi: tra questi, troviamo l’integrazione di tecnologie innovative che guidano lo sviluppo di prodotto in ogni sua fase, offrendo completa visibilità sui comportamenti dei modelli. Continua la lettura dell’articolo per saperne di più!

Innovazione di prodotto e di processo: perché è indispensabile

Strategie aziendali mirate all’innovazione sono necessarie per rimanere al passo con le novità dei mercati in evoluzione e gestire, così, l’ascesa di nuovi attori. Infatti, a partire da metodologie all’avanguardia, è possibile realizzare prodotti dalle prestazioni uniche e conformi alle richieste del mercato; in questo modo, non solo si affrontano con successo le sfide progettuali legate alla diffusione di nuovi processi, ma si riduce l’impatto della progettazione su tempi e costi, migliorando la competitività in epoca di continue trasformazioni.

Questa necessità riguarda tanto le grandi aziende già leader di settore, quanto le PMI che oggi hanno un accesso agevolato a strumenti all’avanguardia che consentono di seguire il processo di trasformazione digitale. Competitività e una ricca presenza di player sulla scena sono input che spingono le imprese alla ricerca di soluzioni per raggiungere standard progettuali di alto livello.

La soluzione per sviluppare prodotti originali

A fare la differenza nella realizzazione di prodotti competitivi - che soddisfino il mercato da un punto di vista prestazionale ed economico – è l’approccio alla loro progettazione. In particolare, analizzare i comportamenti dei modelli già nelle prime fasi dello sviluppo prodotto è la chiave per raggiungere l’innovazione di prodotto e di processo.

La simulazione virtuale guida lo studio di variabili, condizioni e parametri che influenzano la risposta di un sistema; quindi, utilizzata nelle fasi primarie di progettazione permette di avere un quadro completo sui fenomeni – tecnologici, fisici ed estetici - che condizionano i processi.

Oggi, anche le piccole e medie imprese possono superare qualunque sfida legata allo studio preliminare e all’ottimizzazione dei fenomeni complessi e creare, così, prodotti di qualità che si differenzino nel settore di riferimento. Ecco i benefici misurabili che si possono ottenere integrando la simulazione in tutte le fasi del design del prodotto.

I benefici della simulazione per i processi

La simulazione su prototipi virtuali influenza anche il processo, che possiamo definire come la sequenza di azioni e attività finalizzate a raggiungere un risultato; nel caso dello sviluppo prodotto, i processi comprendono le procedure, norme, regole e best practice che portano alla realizzazione di un’idea. Questo aspetto può essere ottimizzato attraverso l’integrazione di metodologie e strumenti innovativi che incrementano il rendimento di operazioni esistenti, come la simulazione virtuale.

New call-to-action

La naturale conseguenza del miglioramento dello sviluppo prodotto è l’efficientamento dei processi interni all’azienda, un’opportunità importante soprattutto per le PMI. Con la simulazione, le piccole e medie imprese non solo possono migliorare la propria capacità progettuale, ma intervenire anche a livello dell’organizzazione aziendale.

Gli strumenti di simulazione supportano una miglior gestione delle risorse, che possono essere allocate dove è necessario o riammodernate a seconda delle necessità; allo stesso modo, anche i tempi si riducono, grazie all’ottimizzazione dei processi, una leva strategica che influisce anche sui costi e le spese. Inoltre, con l’integrazione della simulazione sui prototipi virtuali nei processi, il dialogo tra dipartimenti ottiene benefici, influenzando anche la collaborazione tra i diversi team coinvolti nella progettazione. Quest’ultimo punto è uno dei presupposti per definire il grado di competitività e consolidare la presenza dell’azienda nel mercato di riferimento.

I vantaggi della simulazione virtuale per l’ottimizzazione dei processi sono evidenti anche da questa immagine che mostra gli effetti delle metodologie innovative sulle procedure di progettazione:

 

chart_cae

 

Gli elementi per raggiungere l’innovazione

L’utilizzo di prototipi virtuali durante i processi legati allo sviluppo dell’idea e allo studio dei parametri permette di raccogliere dati preziosi; a partire da questi insight è possibile effettuare un’analisi predittiva precisa sulle prestazioni e la risposta di un prodotto a specifiche e diverse variabili.

È importante sapere che le informazioni raccolte da modelli digitali offrono risultati paragonabili per accuratezza a quelli misurabili attraverso l’uso di prototipi fisici; il valore aggiunto della simulazione applicata ai modelli matematici è la possibilità di testare più condizioni, aggiornando le variabili in tempo reale per ottenere la risposta auspicata.

In questo modo, si riducono i rischi legati alla realizzazione di prodotti poco performanti e addirittura non sicuri, con tutte le conseguenze annesse, dalla contestazione al ritiro dal mercato.

La simulazione su prototipi virtuali accelera l’apprendimento sui comportamenti del sistema, il motore che guida l’innovazione dei processi e di prodotto; le informazioni ottenute nell’ambito delle analisi non sono utili solo per creare idee originali e funzionali, ma anche per acquisire importanti competenze.

Il know-how è una condizione sempre più ambita e ricercata dalle imprese che vogliono distinguere la propria impronta sul mercato; dalle competenze apprese dalla simulazione, è possibile consolidare specifiche abilità, spendibili nell’innovazione futura, accelerando tempi e ottimizzando risorse. In questo modo, si accolgono le novità in campo tecnologico e digitale ancor prima che si manifestino, rafforzando sia la rapidità di reattività a nuovi scenari sia la propria reputazione.

La simulazione virtuale offre gli strumenti per seguire i progressi dell’industria, rimanendo al passo con i trend e i cambiamenti più significativi, grazie a tool che permettono di personalizzare i modelli matematici per soddisfare le esigenze più diverse.

Inoltre, non bisogna sottovalutare il ruolo della gestione dei costi per il raggiungimento dell’innovazione nello sviluppo prodotto; incremento del ROI e un miglior controllo di spesa promuovono ulteriori investimenti, generando un circolo virtuoso di innovazione e trasformazione tecnologica.

I metodi di indagine tradizionali possono trascurare alcune variabili, incrementando i rischi di errori e imperfezioni di progettazione; questi imprevisti rientrano nelle voci nascoste che impattano sui budget aziendali, comportando costi di sviluppo e progettazione aggiuntivi, la cui entità è di difficile determinazione.


EnginSoft è al fianco delle piccole e medie imprese con soluzioni personalizzate per raggiungere l’innovazione di prodotto e di processo.

Oggi, in tutti i settori industriali, è più che mai importante accogliere la trasformazione tecnologica, affidandosi a strumenti di progettazione all’avanguardia. La simulazione virtuale può fare la differenza nella realizzazione di prodotti sicuri, affidabili e performanti, riconoscibili nel settore di riferimento.

Prenota una consulenza gratuita con uno dei nostri esperti e trova la soluzione più adatta alla tua azienda, che ti consenta di diversificarti sul mercato e raggiungere i tuoi obiettivi di business.

 

New call-to-action

Argomenti: simulazione virtuale, design del prodotto, innovazione