ES_logo

Il ruolo della simulazione nella ricerca e sviluppo di prodotti

Pubblicato da Nicola Cafariello il 27 luglio 2022 | 🕓 Tempo di lettura: 4 minuti

ricerca e sviluppo di prodotti

Ricerca e sviluppo di prodotti unici e innovativi sono presupposti chiave in mercati in continua e rapida evoluzione; la capacità delle aziende di sostenere i ritmi della trasformazione delle industrie è una leva strategica per mantenersi sempre competitivi e assicurarsi business profittevoli.

Che ruolo ha la simulazione in tutto questo? In che modo incrementa i livelli di efficienza, know how e gestione strategica? Continua la lettura per scoprirlo!

Ricerca e sviluppo di prodotti: legame con l’innovazione

L’orientamento aziendale verso la ricerca e progettazione di nuovi modelli è un approccio indispensabile per superare le sfide più complesse; il mondo industriale, infatti, evolve e si trasforma per accogliere il cambiamento e cercare di anticipare le esigenze future.

La capacità di stare al passo con la trasformazione determina il successo e la stabilità dell’azienda, nonché la certezza di soddisfare le aspettative e i requisiti del mercato.

Ricerca e sviluppo di prodotti unici alimentano l’innovazione, la leva strategica che a sua volta incide su diversi altri aspetti:

  • strategia aziendale orientata al cambiamento
  • integrazione di una cultura aziendale efficiente/agile
  • approccio alla condivisione di responsabilità e iniziative
  • integrazione di strumenti adatti a supportare la progettazione

L’ultimo punto è legato allo sviluppo di prodotto e, in particolare, alla capacità di prevedere comportamenti e processi in modo accurato.

New call-to-action

La simulazione è una disciplina ampiamente utilizzata che non smette di evolvere e adeguarsi alle trasformazioni di mercato; in particolare, svolge un ruolo chiave nell’innovazione di prodotto, perché permette di raggiungere obiettivi concreti, offrendo informazioni preziose sul comportamento dei modelli e supportando così scelte progettuali intelligenti e moderne.

La simulazione offre la libertà di immaginare un prodotto e di metterne in luce caratteristiche di punta, criticità, sfide e aspetti migliorabili. In particolare, se integrata già nelle prime fasi del concept e del design del prodotto, la simulazione può dare una svolta al ciclo di sviluppo, supportando know how e capacità creativa delle aziende.

Ambiente di testing virtuale: i vantaggi per la competitività aziendale

Le aziende che effettuano test di simulazione su prototipi fisici possono ottenere un riscontro in termini di risultati e informazioni sulla progettazione in una fase ormai finale dello sviluppo prodotto. Per quanto i prototipi fisici siano ancora indispensabili per la realizzazione e certificazione dell’affidabilità dei modelli – come per l’Automotive o settore Oil & Gas, tra gli altri – l’ambiente di testing virtuale può offrire imperdibili vantaggi.

Oltre a contribuire alla riduzione di prototipi fisici, simulare comportamenti e prestazioni in anticipo su sistemi virtuali può ridurre in modo considerevole il time to market e i costi di sviluppo.

ricerca e sviluppo di prodottiLa simulazione su prototipi virtuali rende i processi più fluidi, abbattendo qualunque barriera all’innovazione: il tempo necessario per la costruzione di modelli fisici e l’attesa per risultati di nuove simulazioni sono una sfida all’efficienza, necessaria in mercati in corsa.

L’ambiente di testing virtuale permette di verificare parametri e variabili matematici nel momento stesso in cui si configura un prodotto, dando così una svolta all’approccio progettuale. Gli interventi di modifica, risoluzione dei problemi e perfezionamento sono così rapidi da soddisfare in breve tempo i requisiti di:

  • prestazioni
  • affidabilità
  • qualità

Un altro aspetto da sottolineare, legato allo studio di prototipi virtuali, è il suo contributo alla ricerca di innovazione e all’esplorazione di nuovi scenari. Il tempo ottimizzato con la riduzione di testi fisici può essere infatti impiegato nell’analisi di scenari e design diversi, spingendo così l’azienda a migliorare costantemente i propri standard progettuali.

Anche dal punto di vista della qualità dei prodotti sviluppati, la simulazione su prototipi virtuali offre gli strumenti opportuni per individuare eventuali criticità già in fase di concept, dando così tutto il tempo ai responsabili di eseguire gli interventi per risolvere le sfide. Non dimentichiamo inoltre che nelle industrie dove è necessario condurre test fisici su componenti complessi o interi sistemi, la simulazione virtuale supporta i processi, affiancandosi e offrendo un contributo smart ed efficiente.

Un ultimo punto legato ai vantaggi della ricerca e sviluppo di prodotti innovativi con la simulazione riguarda la collaborazione favorita da strumenti all’avanguardia.

I software per l’analisi delle prestazioni di prototipi virtuali migliorano lo scambio di informazioni, anche tra colleghi localizzati in luoghi diversi. La condivisione dei progetti permette all’azienda di guadagnare un vantaggio competitivo non da poco, attingendo a capitale umano, punti di vista differenti, partecipazione collettiva, idee, input e intuizioni.


Ricerca e sviluppo di prodotti innovativi sono il naturale risultato dell’integrazione di strumenti di progettazione come la simulazione su prototipi virtuali.

Oggi queste stesse soluzioni evolvono per rispondere alle necessità di mercati sempre più ampi e diversificati, rendendosi così accessibili anche alle piccole e medie imprese. Scopri come cogliere da subito tutte le migliori opportunità: richiedi una consulenza gratuita con uno dei nostri esperti!

New call-to-action

Argomenti: Simulazione, simulazione virtuale, ansys